JOHN COLTRANE

Tra i precursori del jazz vi è senza dubbio John Coltrane. Figura che è stata capace di rivoluzionare questo genere musicale in modo straordinario, tanto da lasciarci un bagaglio enorme, tenendo conto anche del contesto in cui ha vissuto.

LA VITA E LA CARRIERA

John William Coltrane nasce nel 1926 a Hamlet, in Carolina del Nord. Dopo alcuni lutti familiari, si avvicina al mondo della musica, prendendo parte alla banda dei boy scout come clarinettista. Sin da piccolo dimostra di essere molto portato per la musica; durante il liceo passa dal suonare il clarinetto al suonare il sax contralto.

Successivamente si trasferisce a Philadelphia, dove inizia l’ascesa della sua carriera: inizia a suonare con Joe Webb e il suo gruppo, e poi con Eddie Vinson, passando al sax tenore.

In poco tempo diventa uno dei sassofonisti più famosi del posto, arrivandosi a far conoscere fino a New York. La svolta nella sua carriera avviene quando John incontra Miles Davis, trombettista già allora molto conosciuto, con cui inizia a lavorare. I due nonostante le loro forti personalità e le visioni diverse sulla musica, riescono a trovare un punto di accordo, creando capolavori come l’album Kind of Blue del 1959, di cui si ricorda in particolare So What, che diventerà uno dei brani più famosi del jazz. Ma tra gli album jazz più famosi composti da Coltrane vi è sicuramente A Love Supreme. La storia di quest’album è interessante; Coltrane una sera mentre sta praticando yoga, sente una melodia nella sua testa, da qui si convince che quella è la voce di Dio che lo vuole riportare sulla retta via. Infatti Coltrane in quel periodo sta attraversando una fase di smarrimento e ringrazia Dio per averlo risvegliato.

La vita privata di John è un po’ travagliata; si sposa nel 1955 con Juanita Grubbs, ma dopo periodi di crisi decide di divorziare nel 1966. Nello stesso anno si innamora di un’altra donna, una pianista di nome Alice McLoad, con cui aveva anche un’intesa musicale e con cui dà alla luce tre figli. Nell’ultimo periodo della sua vita inizia ad avere una serie di problemi di salute al fegato abbastanza gravi, dovuti al fatto che egli facesse uso di droghe come l’eroina. A questo si aggiungeva il fatto che egli era contrario ad alcun tipo di cura, in quanto non si fidava dei medici. Per lui la morte è parte della vita, perciò è inutile opporsi; questa sua visione è influenzata anche dalle filosofie orientali a cui si rifaceva. Così il 16 luglio 1967 viene ricoverato d’urgenza in seguito a un forte dolore allo stomaco. Il giorno dopo ci lascia, scoprendo che la causa del suo malessere era un tumore al fegato.

IL SUCCESSO

IL SUCCESSO
IL SUCCESSO

Il suo successo è dovuto al fatto che egli ha rivoluzionato il mondo del jazz, tanto da lasciare un’impronta riconosciuta a livello mondiale. Si dice che il jazz si Coltrane sia diversi da quelli fino allora sentiti, perché supera le barriere tradizionali, esplorando il territorio straniero, scatenando una voce contro le disgrazie di quegli anni.